top of page

Benefici mistici degli oli essenziali




Gli oli essenziali sono estratti naturali da piante, fiori, foglie, radici e altre parti delle piante e sono noti per avere una varietà di benefici per il corpo fisico, per la nostra mente e sulle emozioni. Su questo non c'è dubbio. Ci sono sempre più ricerche svolte nel campo scientifico. Ma gli oli essenziali, quindi l'essenze vere e proprie delle piante, concentrate in una goccia, possono essere associati anche ai benefici esoterici, energetici e spirituali in diverse pratiche di medicina alternativa e nella filosofia del benessere.


Tuttavia, è importante notare che per comprendere questi, bisogna esplorare la saggezza antica del nostro sistema energetico e dell'anatomia sottile. Per lo scopo di questo articolo ecco qui un veloce riassunto dell'anatomia energetica che, devo dire come disclaimer, è solo la punta del ghiacciaio.



IL SISTEMA ENERGETICO SOTTILE SECONDO LO YOGA


Lo yoga è una pratica antica che incorpora diversi aspetti, tra cui la spiritualità, la filosofia, la meditazione, la respirazione e la pratica fisica. Uno degli aspetti chiave dello yoga è il concetto dei chakra e dei canali energetici, che sono centrali nella tradizione yogica.



I Chakra

I chakra sono considerati centri di energia nel corpo umano. Il termine "chakra" deriva dal sanscrito e significa "ruota" o "disco". Si crede che ci siano sette principali chakra lungo la colonna vertebrale, dal basso verso l'alto:



1. Muladhara (Chakra della Radice): Situato alla base della colonna vertebrale, è associato alla sicurezza, alla stabilità e alla sopravvivenza e a tutto ciò che rappresenta nella vita d'oggi (lavoro, casa, famiglia, soldi, abbondanza, ecc.)


2. Svadhisthana (Chakra Sacrale): Posizionato nella regione del plesso sacrale, nel basso ventre, è collegato alla creatività, alle emozioni e alla sessualità. Nella nostra vita si lega alla soddisfazione che non dipende dagli aspetti esterni.


3. Manipura (Chakra del Plesso Solare): Localizzato nella zona dell'addome, sopra l'ombellico, è associato al potere personale, all'autostima e alla forza, sia quella interiore , sia quella fisica. È responsabile soprattutto delle nostre azioni - il 'fare', come portare al termine i progetti lavorativi e altro.


4. Anahata (Chakra del Cuore): Collocato nel centro del petto, rappresenta l'amore, la compassione e l'equilibrio emotivo. Tutto ciò che riguarda le relazioni, la relazione con noi stessi e di come ci relazioniamo con gli altri. È il centro che connette i tre chakra bassi, che rappresentano noi stessi nel mondo materiale fisico, e tre chakra alti che si legano al mondo 'invisibile'.


5. Vishuddha (Chakra della Gola): Si trova nella gola ed è legato all'ascolto, alla comunicazione, all'espressione creativa e alla verità. Fa da ponte tra il cuore e la mente ed è probabilmente uno dei centri energetici più difficili da gestire. Infatti 'vishuddha' in sanscrito significa 'purificazione' e quanta purezza ci vuole per una comunicazione chiara e amorevole. La lingua, sia come l'organo per mangiare, sia come strumento di comunicazione nella forma delle parole, se manca la purezza sono difficilissimi da controlare e possono ferire.


6. Ajna (Chakra del Terzo Occhio): Posizionato tra le sopracciglia, è associato all'intuizione, alla consapevolezza e alla percezione oltre il piano fisico. Sviluppato nell'adolescenza ci dona un'espansione della visione che va oltre la vista fisica. Ajna chakra sarà responsabile anche della qualità del nostro sonno.


7. Sahasrara (Chakra della Corona): Situato sulla cima della testa, rappresenta la connessione spirituale, l'illuminazione e la consapevolezza cosmica.



Nadi e Prana


Nei testi yogici, si parla anche di "nadi", i canali attraverso i quali fluisce l'energia. Si ritiene che ci siano migliaia di nadi nel corpo, ma tre di esse sono considerate le più importanti:


1. Ida Nadi: Situato sulla parte sinistra del corpo, è associato all'energia lunare, alla mente e alla femminilità.


2. Pingala Nadi: Posizionato sulla parte destra del corpo, è associato all'energia solare, all'attività e alla mascolinità.


3. Sushumna Nadi: Questo canale centrale attraversa la colonna vertebrale e collega tutti i chakra. Si ritiene che sia associato all'energia spirituale e al risveglio spirituale.


Insieme a questi canali (nel immagine possiamo vedere i vari percorsi dei canali energetici), c'è il concetto di "prana", l'energia vitale che scorre attraverso i nadi. La pratica yogica, che include asana (pose fisiche), pranayama (controllo del respiro), e meditazione, mira a bilanciare e liberare l'energia attraverso i chakra e i nadi per raggiungere uno stato di equilibrio, salute e benessere.



I cinque strati del nostro essere

La teoria dei kosha è un concetto chiave nello yoga e nella filosofia vedica che descrive gli strati o involucri che compongono l'essere umano, inclusi il corpo fisico, il corpo energetico, la mente e la coscienza. Secondo questa antica prospettiva, ci sono cinque kosha principali, o involucri, che interagiscono e influenzano l'esperienza umana.




Ecco una panoramica dei cinque kosha:


1. Annamaya Kosha (Strato Fisico):

Descrizione: Questo è il primo e più esterno strato, che si riferisce al corpo fisico. È composto da elementi materiali come terra, acqua, fuoco, aria e spazio.

Ruolo: Fornisce la struttura fisica e serve come veicolo per l'esperienza sensoriale e le attività quotidiane.


2. Pranamaya Kosha (Strato Energetico):

Descrizione: Questo strato si occupa dell'energia vitale o prana che fluisce attraverso il corpo attraverso i canali energetici - nadi come riportati sopra. Include la respirazione e il flusso di energia sottile.

Ruolo: Regola il flusso energetico nel corpo e supporta le funzioni vitali attraverso la respirazione.


3. Manomaya Kosha (Strato Mentale):

Descrizione: Questo kosha riguarda la mente e le emozioni. Include pensieri, sentimenti, desideri e percezioni sensoriali.

Ruolo: Influenza il comportamento e le risposte emotive, dando forma all'esperienza soggettiva e alla percezione della realtà.


4. Vijnanamaya Kosha (Strato Intellettuale o dell'Illuminazione):

Descrizione: Questo strato si riferisce all'intelletto, alla consapevolezza e alla discriminazione. È associato alla saggezza e alla capacità di discernere la verità.

Ruolo: Guida la razionalità, la comprensione e la consapevolezza delle cose più profonde e sottili della vita. Ci permette di ricevere le informazione 'dall'alto'


5. Anandamaya Kosha (Strato di Beatitudine):

Descrizione: Questo kosha rappresenta il nucleo interiore, la beatitudine e la connessione con la coscienza universale. È spesso descritto come il nucleo di gioia e pace interiore.

Ruolo: Rappresenta la dimensione spirituale dell'essere umano, oltre la mente e il corpo, e può essere esperito attraverso la meditazione e l'illuminazione spirituale.



 

BENEFICI ENERGETICI, ESOTERICI E MISTICI DEGLI OLI ESSENZIALI


Quindi per riscoprire e sperimentare questi benefici particolari degli oli essenziali bisogna comprendere tutto scritto sopra, che ripeto, è solo una superfice e si può andare ancora più in profondità di questa conoscenza dell'anatomia sottile.

Di seguito sono riportati alcuni dei benefici esoterici spesso attribuiti agli oli essenziali:


1. Equilibrio energetico: In molte pratiche esoteriche, si ritiene che gli oli essenziali possano influenzare i flussi energetici del corpo e dell'anima. Si sostiene che l'applicazione o l'inalazione di oli essenziali possa aiutare a ristabilire l'equilibrio energetico. In caso degli oli essenziali di dōTERRA sappiamo esattamente su quali centri energetici quali oli lavorano. Alcuni lavorano su tutti, meno di questi riescono addirittura togliere il blocco di un chakra. E non sempre sono gli oli preziosi che hanno i 'superpoteri'.


2. Purificazione dell'ambiente: Alcuni credono che determinati oli essenziali abbiano proprietà purificanti e possano aiutare a eliminare energie negative dall'ambiente. Ad esempio, l'uso di oli come il tea tree o la miscela 'Purify' potrebbero essere associato a rituali di purificazione e al togliere l'energia negativa e pesante dagli ambienti.


3. Miglioramento dello stato d'animo: Molti oli essenziali sono utilizzati per creare atmosfere rilassanti o stimolanti. Gli aromi degli oli possano influenzare positivamente lo stato d'animo e promuovere sentimenti di calma, gioia o concentrazione che di seguito ci aiutano ad affrontare meglio i processi di trasformazione o di transizioni nella vita difficili.

4. Meditazione e consapevolezza: Gli oli essenziali vengono spesso utilizzati durante le sessioni di meditazione o pratiche di consapevolezza. Si ritiene che gli aromi intensi possano favorire la concentrazione mentale e l'approfondimento delle pratiche spirituali. Alcuni oli essenziali o miscele hanno le abilità di guidarci nelle profondità del nostro essere per risolvere varie dinamiche che bloccano o rallentano il nostro percorso di evoluzione.


5. Supporto emotivo: Alcuni sostengono che determinati oli essenziali possano aiutare a gestire emozioni e stati d'animo. Ad esempio, la lavanda potrebbe essere associata alla calma e alla gestione dello stress. Ma non solo al livello della mente e basta. L'olio essenziale della lavanda, per esempio, ha anche un potere esoterico di ripulire la nostra aura.


6. Rituale e simbolismo: In molte tradizioni spirituali, gli oli essenziali vengono utilizzati in rituali sacri e pratiche simboliche. Gli aromi possono essere associati a determinati significati e intenzioni. Questo può approfondire l'esperienza spirituale di qualsiasi tipo.

7. Connessione spirituale: Per alcune persone, l'uso degli oli essenziali può facilitare una maggiore connessione con il proprio sé interiore, con la natura o con il divino. Si crede che gli oli possano agire come veicoli per l'espansione della consapevolezza.


È importante notare che gli oli essenziali possono essere potenzialmente pericolosi se utilizzati in modo improprio. Prima di utilizzarli per scopi esoterici o spirituali, è consigliabile consultare un esperto in aromaterapia o una figura competente in medicina alternativa o nella guariogione energetica. Inoltre, è fondamentale considerare che le opinioni sulla efficacia e sugli scopi degli oli essenziali possono variare ampiamente e che l'esperienza personale gioca un ruolo significativo in queste pratiche.



Se sei interessato/a in questi argomenti mistici, rimani in contatto per ricevere le informazioni riguardanti all'ACCADEMIA DEL MISTICISMO, dove con logica, analisi e pragmatismo, per quanto sia possibile, andiamo a comprendere insieme i mondi sottili.




Ecco i video di due oli essenziali dal punto di vista ENERGETICO ed ESOTERICO.





120 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page